Google

Sono passati quasi tre anni dall’annuncio di quello che all’epoca fu chiamato Project Crostini, progetto nato per integrare il supporto per le applicazioni Linux sui Chromebook, che nativamente usano Chrome OS. Negli scorsi giorni, durante la Google I/O 2021 developer session, è arrivato l’annuncio ufficiale: il progetto esce dalla fase beta e nella prossima versione,…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Google ha reso disponibile su internet un corso gratuito che vi insegna i fondamenti del CSS. Il corso Learn CSS è strutturato in moduli che ci insegneranno passo passo come funzionano gli aspetti fondamentali dei CSS e come utilizzarli in modo efficace nei nostri progetti. Se avete un po' di tempo e voglia di imparare questo corso fa al caso vostro. Potete visionare il corso all'indirizzo https://web.dev/learn/css/

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Google non si smentisce mai. Di recente, infatti, ha creato un nuovo metodo di tracciamento chiamato FLoC, lo ha inserito in Chrome e lo ha attivato automaticamente per milioni di utenti. Per non essere vittime di questo ennesimo tentativo da parte del colosso di Mountain View di ledere la nostra privacy, ci sono varie possibilità: non usare Chrome, modificare le impostazioni di sincronizzazione oppure installare l’addon Privacy Essentials di DuckDuckGo.

DuckDuckGo combatte

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Image by Gordon Johnson from Pixabay


Lo scorso Marzo c'è stato un importante annuncio da parte di Google che impatterà sul mondo della pubblicità sul web.

Google ha introdotto un nuova nuova tecnologia chiamata Federated Learning of Cohorts (FLoC), basata sul machine learning, pensata per sostituire l'uso di cookie di tracciamento a fini pubblicitari. Questa tecnologia è stata integrata all'interno di Google Chrome 89 ed è attualmente in fase di test. Secondo Google ,

Leggi il contenuto originale su Marco's Box

Canonical ha annunciato che, per la creazione delle app di sistema di Ubuntu, in futuro verrà utilizzato Flutter come framework dell’interfaccia utente. La decisione arriva dopo circa un anno dalla collaborazione con Google, di cui vi abbiamo parlato qui, che introdusse la compatibilità sul pinguino del moderno framework.

Flutter: il front end di Ubuntu

Flutter, che compete direttamente con React Native, vanta circa mezzo milione di sviluppatori attivi mensilmente e oltre 2 milioni

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Che Google supporti lo sviluppo del kernel del nostro amato sistema operativo non è una novità. Dall’essere un Gold Member della The Linux Foundation alla continua ricerca e pubblicazione di bug sullo stesso, anche se escludiamo il suo Android, è chiaro che Google utilizza Linux in maniera molto profonda. Qualche giorno fa, proprio sulle pagine… Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Google e la Linux Foundation hanno a cuore la sicurezza del kernel. A dimostrazione di ciò hanno deciso di tirare fuori i soldi per assumere due manutentori a tempo pieno che garantiscano una maggiore attenzione sulla sicurezza. Gustavo Silva e Nathan Chancellor si concentreranno sul mantenimento e sul miglioramento della sicurezza del kernel al fine di garantire che il progetto sia sostenibile per i decenni a venire.

Linux, l’assenza di manutentori è

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

In questo 3° articolo ci concentreremo sull’installazione di un ambiente LAMP per far girare Nextcloud e all’installazione vera e propria di Nextcloud. Se vi siete persi gli altri articoli vi consiglio di leggere prima quelli e poi di tornare qui.

La prima cosa da fare è configurare il dominio. Se volete acquistarne uno il mio consiglio è di utilizzare il servizio di google domains, tra l’altro nel prossimo articolo verrà trattato proprio

Leggi il contenuto originale su Debianizzati.org

Torniamo a parlare di Fuchsia OS, il nuovo sistema operativo open source cui sta lavorando da anni Google. Dopo l’apertura dell’azienda di Mountain View ai contributori esterni arrivano ulteriori interessanti novità. Per chi non lo sapesse, Fuchsia OS ambisce a diventare, in un colpo solo, il diretto successore di Android e Chrome OS. Pare che Big G voglia farlo funzionare trasversalmente su dispositivi per l’IoT, sugli smartphone fino a laptop e

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom


 

Avere una documentazione tecnica di alta qualità è fondamentale, specie nel mondo delle tecnologie web. Per venire incontro a questa esigenza è nato Open Web Docs, un collettivo aperto creato in collaborazione fra Google, Microsoft, Mozilla, Coil, W3C, Samsung e Igalia.

Lo scopo di Open Web Docs è quello di supportare economicamente una comunità di scrittori tecnici che si dedicheranno alla documentazione degli standard web, indipendentemente da qualsiasi singolo fornitore o organizzazione.

Piuttosto

Leggi il contenuto originale su Marco's Box