Open source

Ci vediamo a Settembre!

by andreamtp on

Dopo un avvio di anno non semplice, tra il supporto alla DaD e le attività in sede a ranghi ridotti, le riaperture primaverili e le attività ripartite tutte insieme, anche per PCOfficina è giunto il momento di prendersi un po’ di tempo per ricaricare le pile.

Ci troverete come sempre ogni martedì, a partire dal 21 Settembre, ore 20:30, in via Eleonora Fonseca Pimentel 5, citofono PCOfficina.

Vi aspettiamo, per vedere assieme quel problemino

Leggi il contenuto originale su PCOfficina

Negli ultimi 2 anni l’approccio DevSecOps, ossia DevOps con focus mirato all’ambito sicurezza, sta guadagnando sempre più attenzione e con esso i nuovi strumenti che ne facilitano l’implementazione. In questo articolo forniremo un elenco di strumenti disponibili ad oggi, illustrando lo stack di misure e pratiche che possono essere integrate in una delle fasi di…
Read more

Leggi il contenuto originale su Mia mamma usa Linux!

Mai come in questi ultimi anni, grazie alla proliferazione di progetti open source, è facile accedere a strumenti e servizi che consentono agli utenti di riprendere il controllo sui propri dati. Nell’ottica di un continuo miglioramento della propria libertà in ambito informatico, vi voglio parlare di xBrowsersync. Questo addon, completamente open source, ha come obiettivo rendere la sincronizzazione dei dati dei browser che utilizzate come dovrebbe essere: sicura, anonima e gratuita.

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Nella guida di oggi vi spiego cos’è ArchBox e vi mostro come funziona. Questo tool open source, in realtà, è uno script bash che automatizza tutto ciò che serve per installare Arch Linux all’interno di un ambiente chroot, che può essere creato in una qualsiasi distribuzione GNU/Linux. L’aspetto più interessante è che questo strumento garantisce la possibilità di accedere, da una qualsiasi distribuzione GNU/Linux, ad AUR.

ArchBox porta Arch Linux in un

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Nella guida di oggi vi mostro come installare e configurare Exa. Questo tool open source, scritto in Rust, rappresenta un’ottima alternativa a ls, più ricca di funzionalità e più user-friendly. Gli sviluppatori hanno creato questo tool con l’obiettivo di superare alcuni limiti di progettazione dello storico tool di interrogazione del filesystem fornito con i sistemi operativi Unix e Linux da circa 40 anni.

Exa: un moderno sostituto di ls

Exa viene utilizzato da

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Uno degli aspetti per me più interessanti della gestione sistemistica di macchine basate su GNU/Linux, è la possibilità di automatizzare alcune procedure, risparmiando una grande quantità di lavoro. La capacità di iterare una serie di istruzioni su più macchine, tuttavia, porta con sé una serie di complessità non di poco conto. Per fortuna esistono tool come Ansible. Si tratta di un sistema open source di automazione, che mira a semplificare la

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Spesso può capitare di volersi salvare porzioni di testo da un e-book o da un PDF ma si opta per fare dei semplici screenshot. Creare i propri appunti avendo a disposizione un motore OCR, quindi, velocizza moltissimo la loro stesura. Nell’articolo di oggi vi segnalo un’interessante utility che serve proprio a questo scopo, gImageReader. Questo tool open source altro non è che un front-end per Tesseract OCR, programma per l’estrazione di

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Nella mini guida di oggi vi mostrerò come utilizzare il programma open source Ventoy in GNU/Linux. Questo tool permette di creare una thumb drive avviabile e persistente, contenente anche più di una distribuzione alla volta.

Ventoy: semplifica la creazione di USB live

Quando siete in un sistema operativo live, avviato tramite penna USB, potete fare qualsiasi cosa, come installare applicazioni, scaricare o creare file e cartelle. Una volta riavviato il sistema, tuttavia, tutte

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

In questa mini guida vi parlerò di duf, un tool open source per il terminale che migliora i tradizionali comandi df e du. Consente, infatti, di controllare facilmente lo spazio libero su disco, ordinare l’output e presentarlo in modo intuitivo.

Duf, monitorare l’utilizzo del filesystem da CLI

Duf è un’utility che permette di monitorare lo spazio libero presente su disco, tramite CLI. È rilasciato con licenza MIT ed è multipiattaforma: supporta i sistemi

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom

Nell’articolo di oggi vi parlo della personalizzazione del terminale. In particolare, l’emulatore che utilizzerò è GNOME Terminal, il quale è presente di default nelle principali distribuzioni GNU/Linux. Dopo una breve panoramica sulla personalizzazione manuale, vi spiegherò poi come funziona PyWal, un tool open source per adattare i colori del terminale allo sfondo utilizzato.

GNOME Terminal e i profili custom

Quando modificate i colori del terminale, vi consiglio come primo step di creare sempre

Leggi il contenuto originale su Linux Freedom